Pinot Grigio Venezia Giulia IGT DAR 2015

VITIGNO:
100% Pinot Grigio
DENOMINAZIONE:
Venezia Giulia IGT
ANNATA: 2015
ALCOL: 13.5 %
FORMATO: 0.75 lt

Dar nasce dall'idea, che rientra nel pensiero produttivo dell'azienda, di esaltare il più possibile ogni singolo vigneto. Il significato della parola Dar nella lingua slovena è Dono, un dono della vigna. In un certo senso possiamo dire che il nome stesso che porta questo Pinot Grigio racchiude la filosofia della famiglia: l'uva che matura nei vigneti è di fatto un dono della terra. Dar si produce e si propone solo nelle annate migliori.

CANTINA:
Terćić
SCOPRI DI PIÙ +

L’azienda vitivinicola Tercic si trova a San Floriano del Collio, in provincia di Gorizia, a ridosso del confine nordorientale tra Italia e Slovenia. Le colline di questo comune rappresentano una delle microzone più adatte alla viticoltura nel Collio. Le vigne dell’azienda, grazie alla loro posizione, godono dei benefici della bora, proveniente dalla valle del Vipacco e dei venti mediterranei di scirocco, più umidi e caldi. Nelle medie delle annate si riscontrano estati secche e un’alternanza di autunni freschi o piovosi: un microclima felice e allo stesso tempo una terra fatta per dare uve di qualità. Il suolo del territorio è composto da marne argillose e pietra arenaria che concorrono a formare un terreno chiamato Ponka. I terreni molto declivi obbligano ad una viticoltura povera a livello quantitativo, in cui l’intero operato del produttore deve incentrarsi in un equilibrato coordinamento dei fattori produttivi. Proprio su queste colline vive la famiglia Tercic, che si è da sempre dedicata alla coltivazione delle viti. A inizio ‘900 Alojz Tercic fu il primo ad occuparsi dell’azienda, successivamente allargata dal figlio Zdenko. Negli anni ‘90 Matjaz Tercic, prendendo carico dell’azienda del padre, decise con la moglie Mirjam di dedicarsi alla produzione del vino, dalla raccolta dell’uva all’imbottigliamento. Le prime bottiglie uscirono sul mercato nel 1994 e da allora, con una lenta ma costante crescita, l’azienda continua a proporre i suoi vini. Nel 2005 è stata inaugurata la nuova cantina, che ha reso possibile l’aumento di volume e un ulteriore salto di qualità. Dal 2020 in vigna e in cantina inizia ad affiancare Matjaz la figlia Ana. Attualmente l’azienda di famiglia conduce 9.5 ettari di vigneti, producendo circa 30.000 bottiglie all’anno. La filosofia dell’azienda mira a garantire un equilibrio dei fattori produttivi, in cui l’agire umano, né ripetitivo né matematico e proprio attraverso i suoi limiti e le sue grandezze fa sì che attraverso il prodotto, si verifichi la miglior sintesi fra territorio e uomo.

Prezzo di listino
€25,00
Prezzo scontato
€25,00
Prezzo di listino
Esaurito
Prezzo unitario
per 

Terćić
+

L’azienda vitivinicola Tercic si trova a San Floriano del Collio, in provincia di Gorizia, a ridosso del confine nordorientale tra Italia e Slovenia. Le colline di questo comune rappresentano una delle microzone più adatte alla viticoltura nel Collio. Le vigne dell’azienda, grazie alla loro posizione, godono dei benefici della bora, proveniente dalla valle del Vipacco e dei venti mediterranei di scirocco, più umidi e caldi. Nelle medie delle annate si riscontrano estati secche e un’alternanza di autunni freschi o piovosi: un microclima felice e allo stesso tempo una terra fatta per dare uve di qualità. Il suolo del territorio è composto da marne argillose e pietra arenaria che concorrono a formare un terreno chiamato Ponka. I terreni molto declivi obbligano ad una viticoltura povera a livello quantitativo, in cui l’intero operato del produttore deve incentrarsi in un equilibrato coordinamento dei fattori produttivi. Proprio su queste colline vive la famiglia Tercic, che si è da sempre dedicata alla coltivazione delle viti. A inizio ‘900 Alojz Tercic fu il primo ad occuparsi dell’azienda, successivamente allargata dal figlio Zdenko. Negli anni ‘90 Matjaz Tercic, prendendo carico dell’azienda del padre, decise con la moglie Mirjam di dedicarsi alla produzione del vino, dalla raccolta dell’uva all’imbottigliamento. Le prime bottiglie uscirono sul mercato nel 1994 e da allora, con una lenta ma costante crescita, l’azienda continua a proporre i suoi vini. Nel 2005 è stata inaugurata la nuova cantina, che ha reso possibile l’aumento di volume e un ulteriore salto di qualità. Dal 2020 in vigna e in cantina inizia ad affiancare Matjaz la figlia Ana. Attualmente l’azienda di famiglia conduce 9.5 ettari di vigneti, producendo circa 30.000 bottiglie all’anno. La filosofia dell’azienda mira a garantire un equilibrio dei fattori produttivi, in cui l’agire umano, né ripetitivo né matematico e proprio attraverso i suoi limiti e le sue grandezze fa sì che attraverso il prodotto, si verifichi la miglior sintesi fra territorio e uomo.